Attività di Collezionista


Già consulente artistico per la sede di Roma della Rizzoli Finarte e del Bollettino delle Opere di Grafica d'Arte, attualmente curatore delle opere sia proprie che raccolte in seno alla costituenda Fondazione Cabras - Caddeo, dall'originario ed insignificante "trovarobe", o rigattiere che dir si voglia, scaturisce pian piano il sogno di mettere insieme una piccola, amatoriale collezione di opere scelte, dipinti e grafica, d'arte moderna e contemporanea, investendo in questo progetto la maggior parte dei suoi risparmi e delle sue risorse.

Purtroppo, Mario Caddeo ha dovuto e deve tuttora confrontarsi con un mercato proibitivo per le sue piuttosto relative capacità economiche, remora tanto avvilente quanto insormontabile alla quale si sforza di sopperire con l'esperienza, la passione, la determinazione, l'estro e l'intuizione, senza cedere al capestro della imperante speculazione e neanche alla suggestione dei nomi altisonanti. Ciò nell'eterogenea e variegata espressione della sua faticosa, anzi estenuante raccolta, improntata dall'attrazione indiscutibile per l'armonia, il colore ed il senso estetico, talvolta apparentemente ai confini dell'irrazionale, giacchè snaturata da qualche imprescindibile opportunità, comunque aliena alle mode passeggere come quelle di certa avanguardia.

destreggiandosi, con indicibile emozione, ha potuto assicurarsi indirettamente alcune opere provenienti, ad esempio, dalle dismissioni delle Gallerie d'Arte "Valle Giulia" di Ezio Radaelli e "L'Etrusca" di Mara Mariotti, a Roma, disperse in varie collezioni private, come quelle acclarate di Spartaco Alvieri, Angelino Sensi e Luciano Angelini, peraltro acquisite altresì da altri collezionisti quali Stefania Cochetti, Giuseppe Lombardo, Bruno De Cecco, ecc. Confidando, in buona sostanza, di poter conseguire, prima o poi, un'universalità di valori, al momento dispone di una caleidoscopica miscellanea di opere inerenti importanti esponenti e grandi maestri dell'arte moderna e contemporanea. A causa dell'entità sia quantitativa che qualitativa della collezione medesima, Mario Caddeo e' entratto in rotta di collisione con vari eredi di taluni grandi maestri scomparsi, e relativi consulenti critici, archivi e fondazioni, soprattutto per comprensibili conflitti di interessi, per cui ha dovuto difendersi nelle sedi legali deputate, tra i clamori di certa stampa scandalistica, tuttavia risultando infine pienamente assolto da qualsivoglia accusa, evidentemente pretestuosa, col beneficio concomitante del dubbio di autenticità e parimenti della legittimità del parere, sebbene col risultato di menomare un patrimonio culturale a dir poco ingente.

VELLIRI Paesaggio Olio su tela 120x60
1- T. Velliri – “Paesaggio” - Olio su tela – cm. (60x120) – 2.a meta’ ‘800
Carpette
2 – L. Carpette – “Isola Tiberina” – Olio su tela – cm. (50x70) – 1943
Gentili
3 – G. Gentili – “Arabesch” – Tempera su tela – cm. (24x31) – 1991
 
Pittore a Roma

Acquista un quadro

Mario Caddeo

Contatti